Distacco di retina

 

 

Che cos'è il distacco di retina?

Il distacco di retina è una malattia dell'occhio causata dalla separazione spontanea della retina neurosensoriale (strato interno della retina) dall'epitelio pigmentato (strato esterno della retina).

Quando si verifica questa separazione, si accumula liquido nello spazio formato tra i due strati e la retina distaccata perde la sua corretta funzione.

Il distacco di retina, se non trattato, causa la perdita totale della funzione visiva (cecità) .

 

Perché si verifica?

Il distacco di retina si verifica in genere come complicanza di una o più rotture retiniche. Le rotture retiniche sono lesioni dovute alla trazione del gel vitreale che riempie il bulbo oculare dall'interno, su zone di minor resistenza della retina.

 

Altre possibili cause di distacco di retina:

  • Tumori;
  • Infiammazioni;
  • Miopia elevata;
  • Foro maculare;
  • Complicanze di pregressi interventi chirurgici oculari;
  • Traumi oculari;
  • Retinopatia diabetica;

 

Come si manifesta?

I sintomi prodromici del distacco di retina, acuti ed improvvisi, sono le miodesopsie (visione di mosche volanti), le fotopsie (visione di lampi di luce), la distorsione delle immagini,  la riduzione dell'acuità visiva.  Le miodesopsie sono causate da modificazioni ed addensamenti del corpo vitreo.

Le fotopsie sono legate a cambiamenti del vitreo che riflettono l'esistenza di una trazione sulla retina.

Infine quando un distacco di retina si è già verificato si manifesta la visione di una tenda nera che copre parzialmente o totalmente il campo visivo.

 

Come si può prevenire?

È importante che la popolazione a rischio di distacco di retina si sottoponga almeno una volta l'anno ad una visita oculistica.

Inoltre, l'improvvisa comparsa di un improvviso aumento di miodesopsie  così come la comparsa di fotopsie o di altri sintomi descritti dovrebbe indurre a una consulenza oculistica urgente.

È molto importante fare una diagnosi precoce, indispensabili per maggiori possibilità di recupero. Si consiglia di effettuare un trattamento laser preventivo quando sono presenti degenerazioni retiniche periferiche che comportano un rischio elevato di sviluppo di distacco retina.

Il trattamento laser può essere utile anche in presenza di rotture retiniche.

 

Qual è il trattamento?

Esistono varie tecniche chirurgiche a seconda della tipologia di distacco:

  • Fotocoagulazione laser. Il laser è impiegato per cicatrizzare l'area intorno al distacco di retina. Il trattamento laser sigilla la rottura retinica, impedendo lo scollamento degli strati retinici interni ed esterni.
  • Crioterapia. Attraverso il freddo si provoca una cicatrice del tessuto circostante la rottura retinica con un meccanismo simile alla fotocoagulazione laser.
  • Pneumoretinopessia. Una bolla di gas in camera vitrea facilita il riassorbimento del liquido penetrato attraverso la rottura provocando un tamponamento retinico. Può essere combinata con la crioterapia o la fotocoagulazione laser per sigillare la rottura poiché l'effetto del gas scompare dopo qualche giorno.
  • Vitrectomia. È la rimozione del vitreo all'interno dell'occhio con successivo riempimento della camera vitrea con mezzi tamponanti.
  • Indentazione sclerale. Una bandelletta di silicone viene posta circonferenzialmente al bulbo, sulla sclera, in modo tale che una pressione esterna possa agevolare la chiusura della rottura retinica.

 

 

Torna su

CONTATTI

0871.357219
0871.358794
oftalmologia@unich.it

Come raggiungerci

NEWS

Leggi tutti gli Articoli
intervento laser cataratta il centro oftalmologia direttore rassegna stampa Trapianti di cornea intervento laser miopia clinica oculistica chieti la cornea Corso Internazionale oftalmologica femtolaser Diapositivi mastropasqua patologie oculari scuola di chirurgia clinica oftalmologica infermieri ortottisti Trapianto cornea specializzandi pubblicazioni scientifiche chirurgia robotica Refractive Harminder Singh Dua