Il Cheratocono

la cornea, patologie oculari

Patologia distrofica

Il cheratocono rappresenta una condizione nella quale la cornea ha perso la sua forma normale e subisce una deformazione conica che compromette la qualità della visione. E' una patologia progressiva, a lenta evoluzione, abitualmente classificata in quattro stadi.
Con l'avanzare del cheratocono la cornea si deforma ed in corrispondenza dell'apice del cono si assottiglia e perde la sua normale integrità strutturale. In genere il Cheratocono colpisce soggetti giovani e la sua evoluzione si arresta intorno ai 40 anni di età.
Le cause di questa patologia non sono ancora chiarite, tuttavia sembra importante la componente ereditaria.

I Sintomi

Il paziente riferisce ingravescenti difficoltà nella visione per lontano dovute al progressivo astigmatismo irregolare che consegue alla deformazione corneale.

La diagnosi:

Lo strumento maggiormente utilizzato per la diagnosi di Cheratocono è la topografia corneale computerizzata. Che consente di diagnosticare la malattia e monitorare nel tempo il suo decorso.
Altro importante esame diagnostico nello studio del cheratocono è rappresentato dalla microscopia confocale che consente di visualizzare in modo estremamente accurato le alterazioni microstrutturali che il cheratocono induce sul tessuto corneale.
Ogni paziente affetto da Cheratocono dovrebbe sottoporsi annualmente ad entrambi questi esami.

La Terapia

L'orientamento terapeutico dipende strettamente dallo stadio raggiunto dalla patologia.
Nel primo stadio è sufficiente correggere l'astigmatismo con un paio di occhiali, nel secondo e terzo stadio, quando la deformazione è più pronunciata, gli occhiali non sono più sufficienti e bisogna ricorrere all'uso di lenti a contatto. Gli attuali progressi della contattologia hanno reso disponibili delle lenti a contatto specifiche per cheratocono, create sulla base della topografia corneale, quindi su misura per la cornea interessata.
Quando il Cheratocono raggiunge gli stadi più avanzati non si riesce ad ottenere una buona visione neanche con le lenti a contatto e si rende necessario il ricorso ad un intervento di Trapianto di Cornea.
Oggi sono disponibili numerose tecniche chirurgiche per eseguire il trapianto e nel cheratocono è spesso possibile intervenire con le procedure meno invasive. Oltre alla cheratoplastica perforante, che prevede una sostituzione della cornea a tutto spessore, è possibile operare una cheratoplastica lamellare o lamellare profonda, che prevedono la sostituzione della sola porzione anteriore della cornea riducendo il rischio di scompenso e di rigetto del trapianto.

Torna su

CONTATTI

0871.357219
0871.358794
oftalmologia@unich.it

Come raggiungerci

NEWS

Leggi tutti gli Articoli
Harminder Singh Dua Diapositivi Corso Internazionale ortottisti oftalmologica oftalmologia patologie oculari femtolaser scuola di chirurgia clinica oculistica chieti mastropasqua intervento laser miopia il centro clinica oftalmologica Refractive Trapianto cornea intervento laser cataratta specializzandi pubblicazioni scientifiche infermieri Cornea Trapianti di cornea chirurgia robotica la cornea rassegna stampa